Esplora contenuti correlati

Prestiti a pubblici dipendenti – Cessione del quinto NoiPA e delegazione di pagamento

 

Solbiate Arno 24 settembre 2021
A tutto il personale della scuola
Pc al DSGA
Agli atti
Al sito

 

Oggetto: PRESTITI A PUBBLICI DIPENDENTI- CESSIONE DEL QUINTO NoiPa DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

Si comunica che questa istituzione scolastica non istruisce e non autorizza pratiche di finanziamento del personale scolastico nei confronti di enti finanziatori terzi, mediante l’istituto della delegazione di pagamento (c.d. prestito con delega riconducibile agli artt.1269 e 1723 del codice civile).
Pertanto alla luce della normativa vigente, in particolare dell’art.1269 c.c. comma 2 (che stabilisce che il delegato anche se debitore del delegante, non è tenuto ad accettare l’incarico) e in considerazione delle responsabilità e dei carichi aggiuntivi di lavoro che comporta , riconducibile a una fattispecie trilaterale e non più bilaterale, tale istituto non apporrà alcuna autorizzazione alla delegazione di pagamento: l’istituzione scolastica si limiterà, per le delegazioni di pagamento, alla semplice autentica di firma del richiedente.

Si informano le SSLL, onde evitare disguidi, di acquisire informazioni circa gli adempimenti che spettano ai diversi uffici in merito alla concessione di prestiti e che eventuali ritardi nella determinazione positiva del prestito non sono dipendenti da inadempienze della scrivente Amministrazione.

Si ricorda infine a tutto il personale scolastico interessato a forme di finanziamento che il PortaleNoiPA (link:https://noipa.mef.gov.it) prevede la possibilità di attivare la richiesta di cessazione del quinto senza oneri aggiuntivi a carico dell’istituzione scolastica. Accedendo con le proprie credenziali, previa registrazione, i docenti e il personale ATA interessati possono chiedere in modo diretto e semplice il finanziamento senza oneri aggiuntivi a carico dell’istituzione scolastica.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Dott.ssa Ilaria Maci
(Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D.Lgs. 39/93)

torna all'inizio del contenuto